ATRIPALDA

Situata sulle due rive del fiume Sabato, ospita in località Civita i resti dell’antico centro sannita romano di Abellinum uno dei siti archeologici più importanti della provincia di Avellino. Nel quartiere storico di Capo La Torre è possibile ammirare i resti di una Basilica di età paleocristiana e la bella Collegiata di Sant’Ippolisto con lo Specus Martyrum, una catacomba di età romana dove sono custoditi i corpi del santo e di altri protomartiri. Poco distante è il Convento di San Pasquale, costruito nel 1589 e caratterizzato da un suggestivo chiostro sul quale si affacciano cinque cappelle cosiddette “della via Crucis”, fino ad arrivare alla bella e suggestiva alla Chiesa di San Nicola.

Dogana dei Grani

L’edificio, costruito nella prima metà dell’Ottocento, a ridosso del fiume Sabato, divenne da subito il centro della vita economica e commerciale di tutto il territorio circostante grazie soprattutto alla circolazione del grano, prodotto agricolo ampiamente coltivato nella valle del Sabato. Restaurato dopo il sisma del 1980, oggi si caratterizza per la presenza sulla facciata esterna di un grande orologio, sormontato da due campane che ogni quarto d’ora scandiscono il tempo, e dello stemma della città di Atripalda. All’interno, oltre ad ampi spazi destinati periodicamente ad ospitare eventi culturali, è conservata una raccolta museale costituita da reperti archeologici provenienti dall’antico insediamento di Abellinum e da tavole, tele e statue di età moderna provenienti da chiese e da edifici del centro cittadino.

 

 

Info

Comune di Atripalda
Via S. Giacomo
0825.611428
Pro Loco di Atripalda
Via Roma, 154-156
0825.756412
prolocoatripalda@libero.it

Pin It on Pinterest

Share This